La FISAM

 

Chi siamo

La FISAM, nata nel 1995, è una associazione di secondo livello,  composta da persone fisiche ed enti, ciascuno con caratteristiche e attività proprie ed autonome, creata allo scopo di perseguire  obiettivi comuni nel settore della salute mentale stimolando e premendo sulle   le Istituzioni  Nazionali ed dell'Unione Europea affinché emanino leggi a favore degli malati psichici e delle loro famiglie.

Attualmente vuole rilanciare con nuovo vigore la  piattaforma di richieste sviluppata  a Torino nel 2001.

Aderisce a SOSPSICHE.

Una organizzazione indipendente

La FISAM è una stabile unione di persone fisiche ed enti collettivi che operano per fini di solidarietà nel campo della salute mentale ed intendono darsi una organizzazione permanente per il raggiungimento dei loro scopi.

L’Associazione è un organismo apartitico, aconfessionale, senza scopo di lucro e si ispira a principi di carattere solidaristico. Si avvale in modo prevalente di prestazioni personali, volontarie e gratuite degli associati e di volontari.

L’Associazione è uno strumento per favorire l’autopromozione e la partecipazione democratica alla vita sociale dei malati mentali e dei loro familiari, per incidere sulle scelte di politica sanitaria socio-sanitario e socio-assistenziale nel settore della salute mentale e per rappresentare in maniera unitaria gli associati presso le Istituzioni e le Organizzazioni politiche, amministrative, medico-scientifiche, culturali, sociali in Italia ed all’ Estero.

Finalità e progetti FISAM

Finalità e progetti della FISAM sono spiegati con chiarezza e dettaglio, consulta il menu a sinistra.

 

Aderire alla FISAM

Possono aderire alla FISAM gli Organismi che operano nel Paese per fini di solidarietà nel campo della salute mentale da almeno due anni, o siano iscritti all’albo comunale, provinciale regionale oppure al tribunale o al registro delle ONLUS. Sono aderenti alla Associazione gli Organismi che ne fanno richiesta.

La domanda di adesione va presentata dal legale rappresentante dell’Organismo richiedente alla Associazione, corredata da:

  • copia dell’atto costitutivo, dello Statuto ed eventuale iscrizione al registro o albo;

  • deliberazione di adesione presa dall’organo statutariamente competente;

  • comunicazione, certificata come vera dal legale rappresentante, sul numero degli iscritti, sulla partecipazione ad altre Istituzioni, Associazioni, Coordinamenti, ecc.;

  • dichiarazione di accettazione espressa dello Statuto e dei regolamenti della Associazione;

  • bilancio redatto secondo la normativa vigente e approvato dall’Assemblea dell’Organismo richiedente.


La Associazione ha facoltà di richiedere informazioni suppletive. 

Il rapporto associativo degli aderenti è a tempo indeterminato.